Pubblicato il 7 Febbraio 2024 in:

Guida al Bonus Sicurezza 2024


Il 2024 offre nuovamente l’opportunità di accedere al bonus sicurezza, un’iniziativa che permette di detrarre le spese necessarie a rendere più sicura la propria abitazione. Questa guida fornisce informazioni dettagliate su come richiedere il bonus, chi ne ha diritto e quali spese sono ammissibili.

Definizione del bonus sicurezza

Il bonus sicurezza costituisce una detrazione del 50% su una spesa massima di 96.000 euro. Questa agevolazione, slegata dalla ristrutturazione della casa, riguarda interventi finalizzati a potenziare la sicurezza dell’abitazione, inclusi l’installazione di allarmi, citofoni, saracinesche, porte blindate e sistemi antintrusione. La detrazione è suddivisa in 10 quote annuali di pari importo ed è valida fino al 31 dicembre 2024.

Chi può beneficiare del bonus

Il bonus sicurezza è accessibile a tutti i contribuenti soggetti al pagamento dell’IRPEF, senza restrizioni di reddito. I potenziali beneficiari comprendono:

  • proprietari e nudi proprietari dell’immobile;
  • soggetti titolari di un diritto reale sull’immobile: usufrutto, uso, abitazione;
  • locatori e comodatari;
  • soci di cooperative;
  • soci delle società semplici;
  • imprenditori individuali per immobili che non siano beni strumentali.

Persino familiari conviventi e coniugi separati possono richiedere la detrazione, purché soddisfino determinati requisiti:

  • familiare convivente del soggetto che ha la proprietà dell’immobile;
  • coniuge, anche separato, del soggetto che ha la proprietà dell’immobile;
  • convivente del soggetto proprietario dell’immobile;
  • convivente more uxorio, non proprietario dell’immobile oggetto degli interventi né titolare di un contratto di comodato, per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2016;
  • chi detiene una società semplice in nome collettivo o in accomodata semplice;
  • chi ha un’impresa familiare.

Procedura per richiedere il bonus

La fruizione del bonus sicurezza avviene in fase di dichiarazione dei redditi, utilizzando il modello 730 o il modello Redditi persone fisiche. Non è necessario presentare una specifica richiesta, ma è importante compilare correttamente i dati obbligatori, inclusi il codice fiscale del beneficiario, la partita IVA o codice fiscale dell’impresa che esegue l’intervento, la causale del versamento, il numero e la data delle fatture, e l’importo totale.

In fattura è necessario riportare alcuni dati obbligatori:

  • il codice fiscale del beneficiario dello sconto;
  • la partita Iva o il codice fiscale dell’impresa che esegue l’intervento;
  • la causale del versamento;
  • il numero e la data delle fatture;
  • l’importo totale delle spese sostenute.

Porta Romana è a tua disposizione per assisterti anche attraverso la compilazione delle pratiche per la richiesta del bonus fiscale e la loro comunicazione all’ENEA. Contattaci per maggiori informazioni.

Spese ammesse e dettagli operativi

Le spese ammissibili al bonus sicurezza comprendono interventi direttamente sull’immobile, come il rafforzamento di cancelli, l’apposizione di grate, porte blindate, serrature, videocamere e altro. È fondamentale notare che il bonus è legato esclusivamente alle spese sostenute sull’immobile, escludendo contratti con istituti di vigilanza.

  • inferriate;
  • persiane di sicurezza;
  • porte blindate;
  • porte di sicurezza;
  • tapparelle di sicurezza;
  • installazione di sistemi antifurto;
  • allarmi e videosorveglianza;
  • grate, inferriate o persiane di sicurezza;
  • serve a migliorare la sicurezza nelle abitazioni e copre diversi aspetti critici dell’edificio.
Foto porta blindata Dierre D180

Cerchi una porta blindata sicura e di design?
👉 Scopri Dierre D180

In conclusione

La legge di bilancio 2024 ha riconfermato il bonus sicurezza come un’opportunità valida per migliorare la sicurezza domestica, consentendo una detrazione fino al 50% delle spese, con un tetto massimo di 96.000 euro.

Desideri rendere la tua casa più sicura e beneficiare delle detrazioni fiscali? Affidati a Porta Romana per progetto su misura e lascia a noi le pratiche per ottenere l’agevolazione fiscale del 50%! Proteggi la tua abitazione e risparmia, senza rinunciare alla qualità e all’affidabilità dei nostri serramenti. Contattaci ora per una consulenza gratuita e personalizzata.

Ulteriori articoli che potrebbero interessarti

Pubblicato il 26 Giugno 2024 in:

Acquista una finestra Internorm, il terzo vetro è gratis

Stai pensando di sostituire le tue finestre? Internorm e Porta Romana Infissi ti offrono una soluzione vantaggiosa.
Pubblicato il 29 Novembre 2023 in:

Bonus detrazioni fiscali 75%

Il Bonus Barriere Architettoniche rappresenta un importante sostegno per garantire spazi accessibili e inclusivi, permettendo a tutti di fruire degli ambienti in maniera dignitosa e agevole.